W

29 maggio 2015

10 cose da sapere su Windows 10

Il nuovo sistema operativo di Microsoft sarà una svolta storica per la casa di Redmond ed è anche il prodotto con cui la stessa si giocherà la reputazione nel settore dei tablet e degli smartphone. Sono tante le novità, a partire dalla nuova interfaccia a tiles (mattonelle), riassumiamo le principali in 10 punti.

1. Quanti Windows 10?
Windows 10 sarà disponibile in 7 versioni: Home, Mobile, Pro, Enterprise, Education, Mobile Enterprise e, per la prima volta, una versione IoT (Internet of Things) Core. Le più attese sono Windows Home, per personal computer e tablet, e Windows Mobile per gli smartphone. I server, invece, dovranno aspettare Windows Server 2016. Una versione touch di Office sarà disponibile gratuitamente nelle versioni dedicate a tablet e smartphone.

2. Quando esce?
Non è ancora stata dichiarata la data ufficiale di uscita di Windows 10 ma è molto probabile che sarà un giorno di fine luglio – almeno per i produttori di hardware - in 190 nazioni e 111 lingue. Inizialmente non saranno rilasciate tutte le versioni: quelle per smartphone e tablet non arriveranno prima di ottobre. Intanto, chiunque abbia un account Microsoft può provare una versione beta scaricandola da Insider Windows .

3. (Quasi) gratis
Microsoft ha dichiarato che l’aggiornamento a Windows 10 Home e Pro sui sistemi Windows 7, 8 e Windows Phone 8.1 non piratati sarà gratuito se effettuato entro un anno dall’uscita. Passati i 12 mesi dal lancio si dovrà pagare per l’aggiornamento, ma non si sa ancora quanto. Nelle versioni per schermi touch, inoltre, sarà installato gratuitamente Office.

4. Gli aggiornamenti
Con Windows 10 va in soffitta la “major release” ovvero l’aggiornamento una tantum proposto a intervalli regolari di tempo in cui si raggruppavano tutte le correzioni in un download solo. Ora Microsoft rilascerà aggiornamenti più leggeri e più frequenti e, come abbiamo già raccontato, non chiederà il permesso a nessuno. L’idea è che tutti i Windows 10 in tutto il mondo siano sempre performanti e sicuri.

5. Hello (world)
Windows 10 introduce un nuovo riconoscimento al posto della classica password. L’autenticazione sarà biometrica, con il riconoscimento facciale, dell’iride e dell’impronta del polpastrello ma ci vorrà un lettore apposito o un computer con camera RealSense 3D di Intel.

6. Ciao, come va?
Già introdotta in Windows Phone, l’assistente vocale di Microsoft si preannuncia come una delle grandi novità di Windows 10. Sarà utilizzato non solo dalle applicazioni e dai servizi del sistema operativo ma anche dagli sviluppatori che potranno integrarlo nelle loro applicazioni. Sarà a disposizione per diverse attività, dalla ricerca su Bing alla creazione di un appuntamento o la modifica delle impostazioni.

7. Addio Explorer
Dopo 20 anni di onorata carriera e qualche vicissitudine, il browser di Microsoft lascia il posto a Edge, il nuovo programma di navigazione di Windows 10. Rivedendo completamente l’esperienza di navigazione per adattarsi soprattutto agli schermi touch di tablet e smartphone, Microsoft intende usare Edge e Cortana come biglietti da visita per convincere soprattutto il consumatore.

8. Le app Android e iOS
All’ultima Build 2015 – conferenza Microsoft rivolta agli sviluppatori – la casa di Redmond ha chiarito che le app e i giochi sviluppati per piattaforma Android o iOS potranno essere “portati” più o meno facilmente su Windows 10, ma solo su smartphone e piccoli tablet. Senza dover ricreare da zero le app, gli sviluppatori ricompileranno le loro creature utilizzando un Sdk (software development kit) fornito gratuitamente da Microsoft.

9. Indipendente dallo schermo
Collegando uno smartphone con Windows 10 Mobile a uno schermo tv via Hdmi, la schermata si adatta immediatamente alla nuova dimensione e, con un mouse e una tastiera bluetooth, lo smartphone può essere gestito come un computer grazie a Continuum.

10. Sorella xBox
Se il Pc, o comunque il dispositivo con Windows 10, è collegato alla stessa rete WiFi di una xBox One, sarà possibile giocare in streaming sul Pc i giochi installati nella console senza emulazione. In pratica si tratta di un’estensione su un altro schermo.



Valerio Mariani @ LaStampa

Torna alle news

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Privacy Policy.