W

24 luglio 2015

La Rete ha un giro d’affari pari a 366 miliardi di dollari

Internet merita più attenzione. E nell’Italia sempre in ritardo sulla banda ultra larga, il tema è scottante. L’economia digitale cresce al ritmo del 29,3%. Il Web globale vale 366 miliardi di dollari, secondo uno studio sulla Rete di R&S Mediobanca.
Nel quinquennio 2009-2014, i colossi Internet sono solidi, profittevoli e anche liquidi (solo Apple possiede 203 miliardi di dollari in contanti): Internet è la gallina dalle uova d’oro.
La ricerca del centrostudi di Mediobanca ha messo al microscopio i conti di 21 aziende (di cui 14 americane, 4 cinesi, 2 giapponesi e 1 europea), calcolando un giro d’affari di quasi 366 miliardi di euro, in salita del 29,3% rispetto al 2013.
Nel 2014 Amazon si è piazzata al primo posto (73,3 miliardi, +19,5%) seguita da Microsoft (71,5 miliardi) e da Google (54,4 miliardi).
Le aziende del software & web hanno messo a segno 26,8 miliardi di euro di totale attivo tangibile: nel 2014 le più grandi sono state Microsoft con 119,7 miliardi di dollari, Google con 91,4 miliardi di dollari e Oracle con 58 miliardi di dollari.
In cinque anni, le loro dimensioni si sono triplicate, vantando un incremento del 219,6%, percentuali che impressione se messo a confronto con l’economia tradizionale (energia +55,1%, manufatturiero +31,3%, Tlc +18,9% e utilities +13,8%).
Anche il fatturato dell’economia digitale ha messo il turbo: +145,2%, contro il 58,9% delle energy, del 32,5% del manufatturiero, del 19,4% delle utilities e del 14,2% delle Tlc.
Sul fronte occupazione, tra il 2009 e il 2014 la forza lavoro è aumentata del 109,3%, totalizzando 477mila nuovi posti di lavoro (22.700 occupati per società). Anche la redditività supera quella degli altri settori dell’industria: prime in classifica per fatturato operativo netto al 21,1%, seguite dalla farmaceutica al 20,8%.
Capitolo solidità. Nel 2014 il capitale netto è pari al 174,2% dei debiti finanziari, con un attivo immateriale pari al 23,8% dell’attivo. Nello stesso anno la liquidità media è 2,2 volte la somma dei debiti finanziari, con fortissima capacità di acquisizione (M&A) sul mercato.

blog @ IT espresso

Torna alle news

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Privacy Policy.