W

23 settembre 2015

Microsoft Office 2016

Dopo il nuovo Windows 10, è la volta della nuova versione di Office. Microsoft ha iniziato il rilascio di tutto il mondo della versione 2016 della suite di applicazioni commerciale più diffusa nel mondo. E Office 2016 riparte sia dall'ultima versione desktop, sia da Office 365, la versione su piattaforma cloud, integrandole completamente per offrire strumenti di produzione in tempo reale a singoli e team. Ad essere rinnovati sono quindi le app desktop di Office per Windows (Office per Mac è stato aggiornato lo scorso luglio), quindi Word, PowerPoint, Excel, Outlook, OneNote, Project, Visio e Access. Con l'iscrizione a Office 365, gli utenti possono accedere a un'infrastruttura produttiva sempre aggiornata e integrata con le risorse online, ovvero Onedrive, Skype for Business, Delve, e Yammer.
Con Office 2016 l'utente accede contemporaneamente alla versione locale e a Office 365, ogni documento e progetto rimane così sincronizzato tra computer, smartphone e tablet. Office 2016 risponde alle regole di Continuum, la funzionalità di Windows 10 che consente di lavorare su più piattaforme, passando facilmente ad esempio da un pc a uno smartphone. Word ora supporta la condivisione in tempo reale, ovvero mentre un utente scrive, un altro utente con accesso al documento vedrà il testo aggiornarsi "live". Skype ora è integrato e consente a di inviare messaggi, condividere lo schermo, parlare o chattare direttamente dai documenti. Altra novità è Office 365 Planner, uno strumento in grado di organizzare il lavoro di squadra assegnando i compiti, impostando date di scadenza e di aggiornamento di stato con dashboard visivi e notifiche email. Planner sarà disponibile a partire dal prossimo trimestre. Miglioramenti anche per Gigjam e Onedrive for Business, il cloud dedicato all'utenza professionale. Ma soprattutto, in Office 2016 c'è un'infrastruttura di sicurezza potenziata che nel progetto di Microsoft punta a definire un ambiente di lavoro e scambio di documenti blindato, per prevenire perdite di dati e utilizzi non autorizzati fuori dalle reti aziendali.
Paola Cavallero, Direttore Marketing & Operations di Microsoft Italia, commenta così la release di Office 2016: "Il nuovo Office è emblematico della nuova Microsoft. Una delle nostre ambizioni chiave è quella di reinventare la produttività e di offrire strumenti in grado di accompagnare persone e aziende verso il successo in un mondo sempre più mobile first, cloud first. In questa logica la collaborazione è strategica, ma non sempre facile da mettere in atto e Office 2016 è stato sviluppato proprio per semplificare l'interazione e la condivisione e per inaugurare un nuovo modo di lavorare in team focalizzandosi sul risultato e non sul processo. Oltre un miliardo di persone utilizzano Office nel mondo, praticamente una persona su sette in tutto il globo, e circa il 25% accede alle applicazioni attraverso la piattaforma cloud Office 365".
L'idea del nuovo Office è quindi quella di garantire la possibilità di lavorare in squadra in sicurezza, utilizzando gli strumenti del cloud per non solo rendere possibile ma facilitare la collaborazione. Ma accanto al mondo professionale c'è quello dell'educazione. E in questo caso c'è un'agevolazione importante: con il programma Student Advantage, Microsoft mette a disposizione licenze gratuite di Office 365 a studenti e insegnanti.
Così Claudia Bonatti, Direttore delle Divisione Applications and Services di Microsoft Italia, spiega il programma "Grazie al programma Student Advantage gli enti di istruzione dotati di un abbonamento a Office 365 ProPlus oppure a Office Professional Plus per il personale docente e amministrativo, hanno la possibilità di offrire a tutti gli studenti l'accesso a Office 365 ProPlus su 5 device senza costi aggiuntivi. In Italia più di un milione di studenti di questi istituti e Università hanno quindi la possibilità di beneficiare gratuitamente delle nuove funzionalità e applicazioni di Office 2016 volte a garantire il massimo della collaborazione, un aspetto particolarmente importante per la didattica. Grazie ai nuovi tool di Office 2016 gli studenti potranno quindi comunicare e collaborare in modo sempre più semplice, accedendo a documenti su spazi condivisi, lavorando insieme ed editando ricerche in tempo reale, scambiandosi commenti via chat o videocall, integrando appunti e dati dal web e trasformando i propri progetti in presentazioni d'impatto".

Redazione @ Repubblica

Torna alle news

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Privacy Policy.