W

27 luglio 2015

Windows 10 e l'impatto sui sistemi operativi

Windows 10, il nuovo sistema operativo Microsoft, sarà ufficialmente rilasciato a partire dal 29 luglio in Italia e sarà disponibile per i successivi 12 mesi come upgrade gratuito per i possessori di Windows 7 e Windows 8.1. Gli utenti Windows XP o Windows Vista dovranno invece acquistare regolarmente una licenza per effettuarne l’installazione sul proprio PC. Il lancio avverrà inoltre gradualmente. Questo significa che non tutti gli utenti potranno accedere al download del nuovo OS in questa data. Per non sovraccaricare i propri server, Microsoft rilascerà infatti l’aggiornamento in fasi successive.
In tutto, saranno 7 le versioni disponibili del nuovo OS Windows: Windows 10 Home (utente finale), Windows 10 Mobile (smartphone e tablet), Windows 10 Pro (business), Windows 10 Enterprise (aziende), Windows 10 Education (personale insegnante, studenti, dirigenti scolastici), Windows 10 Mobile Enterprise (uso business per dispositivi mobili) e Windows 10 IoT Core (terminali vendite, bancomat, piattaforme Arduino).
Windows 10 riuscirà effettivamente ad imporsi sulle edizioni precedenti – soprattutto su Windows 7 – e sui sistemi operativi concorrenti? Per valutare le prospettive di successo del nuovo OS di casa Redmond, idealo propone un rapporto sulla diffusione dei principali sistemi operativi per sistemi desktop e Mobile in Italia e in Europa. L’analisi, svolta in una prospettiva comparativa multipiattaforma, prende in esame i sistemi operativi utilizzati dagli utenti dei siti di comparazione prezzi idealo nel mese di luglio.

Windows: OS imbattibile per desktop, marginale per Mobile
Il sistema operativo Windows 7 spicca non solo sulle versioni precedenti e successive di Windows, ma si conferma anche l’OS più diffuso in assoluto. Se si osservano i 5 sistemi operativi a maggiore diffusione tra gli utenti online di idealo in Italia – indipendentemente dal terminale utilizzato – Windows 7 detiene una quota del 42,63% e si posiziona così in netto vantaggio rispetto agli altri sistemi operativi per dispositivi mobili e desktop/laptop. I dati aggiornati a metà luglio ribadiscono inoltre il relativo insuccesso della versione più recente. Per ottenere una misura di questo dato basta osservare che iOS 8 di Apple si posiziona nella classifica generale a soli 5 punti percentuale di distanza da Windows 8.1 – sebbene solo un terzo dei visitatori di idealo acceda alla piattaforma da dispositivi mobili.



Redazione @ BitMat

Torna alle news

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Privacy Policy.